MODENA

3 giornate di eventi e workshops
per parlare di Giovani e Lavoro
111213 novembre 2020

Tre giorni di Eventi, workshop e presentazione libri con il patrocinio del Comune di Modena,
dell’Università di Modena e Reggio Emilia, di Regione Emilia Romagna, Adapt
e il sostegno economico della Camera di Commercio di Modena, di FORMart e Fraer Leasing

Trova la soluzione, pensa fuori dal coro, scopri il Design Thinking

Trova la soluzione, pensa fuori dal coro, scopri il Design Thinking

Design-thinking-1200x675.jpg

Non sono d’accordo, con lo status quo. Non sono d’accordo, con chi rimane a guardare. Non sono d’accordo, con chi pensa di fare tutto da solo. Non sono d’accordo, con chi ha paura di mettersi in gioco. Non sono d’accordo, con chi sta seduto sul divano e non viene a More Impresa Festival a capire come fare a migliorare il nostro paese.

“Eureka!” ha gridato Archimede quando è entrato nella vasca da bagno e ha scoperto che l’acqua si era alzata. Archimede aveva capito che in questo modo si può riuscire a misurare precisamente il volume di qualsiasi oggetto. Si narra che per la gioia di condividere questa scoperta si mise a correre nudo per le strade di Siracusa.

Questo aneddoto ci insegna che dobbiamo essere sempre all’erta perché la scoperta può avvenire in qualsiasi momento e che la scoperta non ha valore se non è condivisa. Ora qualcuno potrebbe pensare alle ragioni per cui Archimede, che aveva fatto centinaia di bagni prima di quello in cui ha fatto quella scoperta, abbia creato quella nuova connessione proprio in quel momento. In realtà questa è una domanda a cui non avremo mai risposta, quello che sappiamo è che Eureka significa “ho trovato” perché Archimede era costantemente alla ricerca di problemi che non erano ancora stati risolti.

Il Design Thinking ci insegna come fare a capire in profondità i problemi da affrontare attraverso la ricerca, l’osservazione della realtà e la comprensione profonda dei bisogni dell’uomo e trovare le soluzioni tramite prototipi che ci consentano di apprendere rapidamente ciò che funziona rispetto a quanto abbiamo realizzato.

La lingua dell’innovazione

Questo processo, che parte dallo stupore di riconoscere e accettare una questione che ad un certo punto ci viene posta davanti (che è l’etimologia della parola problema, dal greco PRO avanti e BLEMA getto, colpo), unisce molteplici prospettive per comprenderla appieno e trova una soluzione che genera valore per le persone, è considerato la lingua dell’innovazione.

Se sei un imprenditore, un creativo, un innovatore o semplicemente stai cercando un modo per cambiare le cose allora il Design Thinking fa per te. Ti insegna a mettere in dubbio lo status quo, a considerare più informazioni, a formare un gruppo di lavoro integrando le diverse prospettive e a ingaggiarlo nella sfida che l’innovazione ci pone.

L’Italia è un paese ricco di tradizioni, ma se la tradizione è un’innovazione che ha avuto successo, allora è un paese che è ricco di persone che innovano. Se sei un imprenditore, un creativo, un innovatore o anche tu pensi fuori dal coro, ci vediamo sabato alle 10 al More Impresa Festival!

Matteo Vignoli
Ricercatore in Ingegneria Gestionale presso l’Università di Bologna e l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia