MoRe Impresa Festival

Rassegna Stampa


«Avviare un percorso sia digitale sia energetico per restare sul mercato»

«Avviare un percorso sia digitale sia energetico per restare sul mercato»

MoRe-21_Sabella-HD-1200x675.png

Innovazione sostenibile o uscita dal mercato. Lo scrittore Giuseppe Sabella pone le aziende al bivio: evolvere in chiave “green” o rischiare di sparire.
L’ autore di “Ripartenza Verde” darà un proprio intervento nella giornata di domani alla Camera di Commercio per l’ incontro “Sostenibilità ambientale e lavoro”.

L’ evento partirà alle 11 e rientra nel MoRe Impresa Festival 2021. «Il sistema delle imprese italiane non ha ancora chiaro un concetto – analizza Sabella – ovvero che anche nelle piccole botteghe i consumatori chiederanno i prodotti riciclabili. Se saranno delusi, non torneranno più. In Italia il 95 per cento delle imprese ha meno di dieci addetti. Avviare un percorso di sviluppo sostenibile significa innovare in senso sia digitale sia energetico. Se non lo fa, un’ impresa rischia inevitabilmente di uscire dal mercato».
La ricetta è presto scritta.

«I ritardi non sono più sostenibili – prosegue l’ autore – Tutte le imprese dovrebbero andare dietro l’ innovazione digitale ed energetica, che è allo stesso tempo ecologica».

Sabella vive in Lombardia, ma conosce bene la realtà emiliana. L’ ex patron del Sassuolo Giorgio Squinzi ha scritto l’ introduzione del suo testo di esordio (“Da Torino a Roma”) e l’ autore apprezza l’ iniziativa portata avanti da Lapam.

«Servono più eventi del genere – ribadisce Sabella – Non sono stupito sia organizzato in Emilia Romagna, il territorio più capace e sensibile in Italia».

Sensibilità e ambiente forniscono un assist perfetto per discutere di nuove generazioni.

«I giovani sono da sempre i portatori d’ innovazione e idealità – spiega l’ autore – perché guardano al mondo e alla vita in un modo più ideale. L’ ambiente per loro è estremamente importante. Gli adulti si rendono ora conto che è un fattore ineludibile, i giovani lo sanno già».